martedì 14 giugno 2011

Che bella la Fisica di Feynman

del Disagiato

Vi giuro che non è colpa mia se sono diventato un po’ sfacciato quando si tratta di soldi. Il fatto è che un buon 99% dei clienti, affezionati o no, dopo avermi chiesto un libro classico aggiunge: “Per favore, il più economico”. E allora io spiego che se loro cercano, ad esempio, “Il barone rampante” o “Se questo è un uomo”, non posso che dare una versione economica, tascabile o, come ormai dicono quasi tutti in negozio, una versione non rigida, che i classici rilegati ormai appartengono a un’era precedente e sono quasi di valore. 

Quindi, come blindato da una saggia abitudine, accontento i clienti facendoli spendere poco. Se mi presentano una lista di libri per la scuola, io so che in questi mesi di crisi economica quello che importa ai genitori non sono più i libri con meno pagine (accadeva un po’ di tempo fa, questo), ma i libri che costano meno. Oppure: “Scusi, potrebbe consigliarmi un libro leggero e divertente? Devo fare un regalo a un giovanotto.”,“Mah, le consiglio o Alta fedeltà di Nick Hornby o Le domande di Brian di David Nicholls, anche se il primo per me è più bello”. “Mmmm, e quale dei due costa meno?”, “Il secondo”, “Allora prendo il secondo”. Dialogo quotidiano. 


Per dirvi che, invece, un paio di settimane fa un signore elegante è entrato spedito in libreria, ha dato un occhio al reparto scientifico, ha mosso la testa a sinistra e a destra, come per dire “no”, e poi è venuto da me in cassa: “Salve, ho notato che non avete La Fisica di Feynman; vorrei ordinarla”. Non sapendo assolutamente cosa fosse la Fisica di Feynman e quale casa editrice potesse averla pubblicata, mi sono messo a cercarla con il computer nel nostro catalogo, fino a quando non ho sbarrato gli occhi. “Guardi, io potrei ordinarla questa fisica, ma costa 181€. Non so come aiutarla, mi dispiace. Potrei vedere se c’è qualcosa di più economico, però non sono sicuro che… insomma…”. E allora lui ha fatto una faccia un po’ offesa dicendomi che "a me del prezzo non importa e che", detto con parole più urbane, "sono cavoli miei di quanto spendo, che l’importante è il libro e non il costo del libro". Così ho ordinato il libro, anzi il cofanetto (4 volumi) e il cofanetto, gigantesco, è arrivato.


Una settimana dopo il signore elegante è entrato in libreria e sfoderando banconote mi ha detto: “Ah, la fisica di Feynman. Bisognerebbe leggerla e rileggerla”. Ed è uscito.

20 commenti:

  1. Secondo me aveva semplicemente trovato un allocco cui spacciarlo al doppio del prezzo come pezzo pregiato.

    RispondiElimina
  2. e che ti posso dire? Siamo fatti così noi, quelli che leggiamo queste robe ;)

    RispondiElimina
  3. Secondo me è uno che in casa tiene il poster di Feynman.

    RispondiElimina
  4. Faccio più o meno la stessa cosa, purtroppo però vendendo della molto più prosaica biancheria per la casa.
    Sempre più raramente capita qualcuno che non bada al prezzo.

    RispondiElimina
  5. Penso che ormai tutti i commercianti abbiano a che far con clienti che risparmiano. Anche se le cose, a differenza di qualche mese fa, sembrano migliorare. Si tiene duro.

    RispondiElimina
  6. @Peppe
    Per un buon incasso dovresti diventare anche tu un nostro cliente (è la prima volta che dico una cosa del genere).

    RispondiElimina
  7. Avete "La fisica di Zichichi" nell'edizione rilegata in cuoio bulgaro e incisioni in oro zichicchino? Mi si è rotta la gamba della madia Luigi XIV e volevo qualcosa di elegante per raddrizzarla. Non bado a spese.

    RispondiElimina
  8. Comunque, si vede che la nuova casa editrice è più famosa. La mia edizione (Inter European Editions) era decisamente più economica :-)
    Credo di essermela cavata (a suo tempo) con un'ottantina di mila (vecchie :-) ) lire. Mi serviva già da studente, e gli studenti per definizione non dovrebbero avere troppi soldi.

    RispondiElimina
  9. Sei pezzi facili e sei pezzi meno facili evidentemente non bastavano...

    FR (uqbal)

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. chiedo scusa,
    è possibile sapere i titoli dei quattro volumi? pensavo fossero tre ma forse hanno diviso in due il secondo sull'elettromagnetismo.

    grazie mille

    [in ogni caso: la versione con le copertine morbide è ingestibile. penso sia uno dei pochissimi casi dove la qualità della rilegatura influisce in maniera decisiva sul prodotto]

    saluti e complimenti per il blog
    [quello sopra sono io, non capisco perché il mio nickname sia apparso come "authors"]

    RispondiElimina
  12. I titoli singoli non li conosco ma ti consiglio di dare un occhio a IBS (il link lo trovi nel post). Un volume, ma non ne sono sicurissimo, mi pare essere un indice.

    Grazie a te.

    RispondiElimina
  13. Direi che i titoli sono questi, in traduzione italiana, per la Zanichelli:
    * volume 1 - Meccanica, radiazione, calore
    * volume 2 - Elettromagnetismo e materia
    * volume 3 - Meccanica quantistica
    * volume 4 - Consigli per risolvere i problemi di fisica

    RispondiElimina
  14. grazie mille!
    il volume 4 dovrebbe essere molto interessante, ma chissà che non sia in realtà un ritaglio di qualche capitolo dei tre precedenti.

    saluti

    RispondiElimina
  15. Il barbarico re16 giugno 2011 01:03

    La versione floscia col testo originale fa schifo. Io da studente avevo rinunciato alla traduzione per risparmiare e avevo comprato la versione paperback americana per risparmiare.
    Comunque meglio 181 euro per i 3 feynmann che 45 per un solo volume di quel pessimo manuale adottato dal mio prof.


    Mi stupisce incontrare su questo blog un ex compagno di studi.
    Ciao viltrio

    RispondiElimina
  16. Il compagno di studi sarebbe ovviamente il cliente facoltoso. Non io, che ho fatto tutt'altro.

    RispondiElimina
  17. il barbarico re16 giugno 2011 19:17

    no sarebbe viltrio, che appunto salutavo.

    RispondiElimina

(Con educazione, se potete. E meglio ancora se con un nickname a vostra scelta, se non vi dispiace, visto che la dicitura Anonimo è brutta assai. Qualora a nostro parere doveste esagerare, desolati, ma saremmo costretti a cancellare. Senza rancore, naturalmente.)