domenica 20 novembre 2011

Le cose che cambiano

del Disagiato

Avete presente quando state guidando e nell’altra corsia una macchina vi fa i fari perché più in là, nella vostra direzione, c’è una pattuglia dei vigili o dei carabinieri o della polizia o della finanza? Ecco, a me capita spesso di guidare e di incrociare qualcuno che mi avvisa con i fari di stare attento e allora io penso se ho pagato l’assicurazione, se ho i fari ben funzionanti, se ho messo la cintura di sicurezza, se ho le gomme troppo lisce e se poco prima ho bevuto un bicchiere di birra o no. E poi, a seconda di tutto questo, tiro dritto o vado avanti, a posto con la coscienza o meno. E pure a me è capitato di lanciarvi un segnale con i fari, se nella vostra direzione c’è un posto di blocco. Mi è sempre piaciuto questo intendersi, questo darsi una mano, questo dirsi tra automobilisti: “Stai attento che qualche metro più in là c’è la legge che ti controlla”. Complicità, si chiama. Ci si aiuta un po’, mi verrebbe da dire.

Quando devo fare benzina io non riesco a stare in macchina. Cioè, non riesco a fermarmi, ad aspettare che arrivi il benzinaio, ad abbassare il finestrino e poi dire: “Mi faccia venti euro, per favore”. Non riesco proprio. Mi fermo, scendo, svito il tappo del serbatoio prima che arrivi il benzinaio, saluto il benzinaio che nel frattempo si è avvicinato, dico quanto carburante voglio, guardo il cielo, faccio una considerazione sul tempo, pago, saluto, risalgo in macchina e poi, da sempre, attendo quel gesto della mano del benzinaio che sta tra il saluto e il “io ho finito, adesso puoi partire”. Insomma, non sono mai stato capace a starmene in macchina mentre il benzinaio fa benzina. Chissà perché.

Da qualche anno, e cioè da quando ho capito che pagarsi un affitto non è una cosa così speciale (i mei primi affitti in posta era pieni di entusiasmo e speranza) e da quando non riesco più a frequentare le feste per via che il giorno dopo devo lavorare e da quando devo confrontarmi con la spazzatura differenziata, io non bado più ai vostri fari. E, più che altro, se nella vostra direzione c’è la polizia, non vi faccio più alcun segnale. “Fatti vostri”, mi dico quando vi incrocio. Non siete in regola con la legge? Ci pensavate prima, cari mei.

Ieri mi sono fermato dal distributore, ho aspettato che il benzinaio si avvicinasse alla portiera della macchina, ho abbassato il finestrino e al benzinaio ho detto: “Venti euro, per favore”. Ho fissato il volante per una manciata di secondi e poi, di scatto, sono sceso dalla macchina. “Giornata fredda, oggi”, ho detto al benzinaio. Insomma, non sono stato capace a starmene in macchina. Devo lavorarci ancora un po'.

14 commenti:

  1. Purtroppo è d'uso in molti comuni posizionare vigili nella corsia opposta a quella dell'autovelox per multare gli automobilisti che ne segnalino la presenza, essendo riusciti a rendere la pratica una contravvenzione mediante "stretta interpretazione" di una norma del Codice della strada:
    http://www.ilcorrieredabruzzo.it/curiosita/16381-e-vietato-lampeggiare-per-segnalare-gli-autovelox.html

    Mi spiace darti la brutta notizia, ma meglio che te la dia io che non dei solerti tutori della circolazione stradale.

    (se poi ti sembra che questa cosa serva a promuovere la squallida cultura del "meglio farsi i fatti proprî", siamo in due)

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. A me la segnalazione con i fari dà proprio fastidio. E' essere complici, non amici.

    Inoltre, oggi sono polemico, farsi fare la benzina/gasolio nel 2011 è assurdo. Saranno anche 10cent al litro, ma per esempio a 10 km/l e per 15000km all'anno sono 100 euro ovvero una mia spesa settimanale familiare...

    Scusate ancora l'acidità

    RispondiElimina
  4. Sì. Ti ho capito! Mi hai fatto venire in mente tanti piccoli particolari sul tempo che passa...!

    RispondiElimina
  5. Quando c'è il benzinaio resto in auto e faccio fare tutto a lui, ma per una mia psicosi: anni fa a causa di una perdita nel radiatore ho bruciato il motore, quindi ormai arrivo e chiedo: "Il pieno, grazie. Ah, mi controlla acqua e olio?"

    RispondiElimina
  6. Chiedere acqua e olio sarà il passo successivo. Tra qualche anno, forse.

    RispondiElimina
  7. "Complicità, si chiama. Ci si aiuta un po’, mi verrebbe da dire."

    Si potrebbero aiutare anche eventuali delinquenti a mettere il colpo in canna, oppure far cambiare direzione a qualche ubriaco che guida e che prima o poi combinerà danni.

    Poi quando è successa la tragedia, tipo guidatore ubriaco che ha causato un incidente mortale, ci si lamenta che non ci sono i controlli o che le forze dell'ordine non fa nulla.

    Se uno guida, mi viene da dire, deve essere sempre in regola, non mi sembra difficile rispettare limiti, non telefonare senza auricolare, controllare le gomme e non bere, e quindi non temere le forze dell'ordine.

    RispondiElimina
  8. @ Anonimo2 (mi associo che un nick non sarebbe male)Messa dal tuo punto di vista, anche la tua opinione ha un senso. Certo però che non necessariamente un guidatore ubriaco o un delinquente hanno più probabilità di essere fermati rispetto ad un guidatore integerrimo. Per conto mio, che non sono delinquente, non bevo, ho tutto in regola e rispetto i limiti, se qualcuno mi lampeggia e mi accorgo di essere di 10km/h oltre al limite, gliene sarò grata.
    ;)

    RispondiElimina
  9. Concordo con anonimo: segnalare la presenza delle forze dell'ordine o di un autovelox a chi arriva se uno ci pensa non è una cosa di cui vantarsi.

    RispondiElimina
  10. ti mando un bacio, che te lo meriti!

    RispondiElimina
  11. Se dici a me, me lo prendo e ringrazio ;)

    RispondiElimina
  12. certo che lo dico a te! :-))

    RispondiElimina
  13. prova con i fai-da-te o con i distributori automatici, oltre a essere costretto a uscire puoi anche risparmiare qualche centesimo

    RispondiElimina
  14. a tutti i "bravi cittadini" che lamentano la complicità dello sfanalatore come se fosse il tradimento della patria dedico di cuore e con gioia la prossima sfanalata antisbirri insieme alle canzoni della grande Paolino Paperino Band:

    Compagno Cittadino
    http://www.youtube.com/watch?v=2PDrG5spY2s

    Vigile.
    http://www.youtube.com/watch?v=iuEepU7OkwU

    sfanalerò con gusto pensando anche a loro!
    la loro convinzione che il controllo dei soliti fessi serva per la sicurezza e non per mungere un popolo stanco è persino smentita dagli stessi politici senza paura, ricordo come un comune che guadagnava per le discariche avesse rimosso alcuni autovelox. poteva permetterselo.

    RispondiElimina

(Con educazione, se potete. E meglio ancora se con un nickname a vostra scelta, se non vi dispiace, visto che la dicitura Anonimo è brutta assai. Qualora a nostro parere doveste esagerare, desolati, ma saremmo costretti a cancellare. Senza rancore, naturalmente.)