martedì 5 giugno 2012

Fantasmi


del Disagiato




Poche ore fa un cliente mi ha chiesto il nuovo libro di Camilleri, Una lama di luce. "Non c'è nessun libro nuovo di Camilleri", ho detto io. "Impossibile che non ci sia, visto che è in classifica su Ibs", ha ribattuto lui scocciato. Poi abbiamo scoperto che nessuno dei due si sbagliava: il libro, che sarà disponibile solo tra un paio di giorni, è in classifica, al quarto posto. "Vabbè", mi ha detto il cliente. "Vabbè", ho detto io.


13 commenti:

  1. "a sua insaputa" sarà la locuzione di questo secolo

    RispondiElimina
  2. ed io che pensavo che la crisi avesse già spazzato via le classifiche di vendita dei libri..
    variabile

    RispondiElimina
  3. Bè, le usano per fare un po' di pubblicità.

    RispondiElimina
  4. Spiegazione razionale: ibs nella classifica dei libri più venduti include i libri che vengono prenotati (le novità in uscita, anche "cinquanta sfumature di grigio" di James E.L. è in classifica), quindi acquistati prima dell'uscita del libro stesso.

    RispondiElimina
  5. Cosa che ho pensato ma che mi pare incredibile.

    RispondiElimina
  6. Per gli album musicali succede come ha scritto Ste. Anni fa ricordo le classifiche con in testa l'ultimo di Celentano ma nei negozi non l'aveva comprato nessuno.

    RispondiElimina
  7. Sono sicuro che quanto state sostenendo te e Ste è giustissimo, però non riesco a credere che così tante persone, in passato, abbiano prenotato on line un disco di Celentano. Cioè, secondo me chi acquista un disco di Celentano lo acquista in un negozio. E poi lui e Morandi sono gli unici che non "vengono scaricati" illegalmente, secondo me. Ma qui sto divagando.

    Rimane che se Camilleri è lì, una spiegazione c'è. E la vostra mi sembra quella più sensata.

    RispondiElimina
  8. In "appoggio" alle precedenti risposte posso testimoniarti che in passato (e forse anche oggi) molte classifiche di vendita dei dischi non venivano stilate in base alle copie realmente vendute ma contando le copie distribuite settimanalmente nei negozi.
    Ecco che le major riuscivano a piazzare i loro "cavalli di razza" in testa alle classifiche ingolfando i negozi con dischi che magari rimanevano li invenduti per settimane o mesi.

    RispondiElimina
  9. IBS in realtà è un sito impiantato nel futuro, ci trovi anche un libro che Camilleri non ha ancora scritto "Montalbano incontra Montromina".
    Ok, vado a nascondermi.

    RispondiElimina
  10. Sappi che sono un grandissimo appassionato delle battute di Furio Ombri ;)

    RispondiElimina
  11. L'ho capita adesso...

    RispondiElimina

(Con educazione, se potete. E meglio ancora se con un nickname a vostra scelta, se non vi dispiace, visto che la dicitura Anonimo è brutta assai. Qualora a nostro parere doveste esagerare, desolati, ma saremmo costretti a cancellare. Senza rancore, naturalmente.)